Van Gogh e il lavoro non pagato | A ruota libera n 62

Il lavoro è solo quello pagato. E cosa ne è di coloro che cercano se stessi e di essere utili al mondo, con fatica, con tanto, tanto lavoro cercando di crearsi uno spazio che prima non c’era? Questa è la condizioni di molti ragazzi di oggi alle prese con la ricerca di un loro posto nel mondo. Ma era anche la condizione di Vincent Van Gogh nel tentativo di costruire una risposta alla domanda: chi sono io?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *