Amore incondizionato o condizionato? | CRESCERE PER EDUCARE N 261

Il principale bisogno di un figlio e di sentirsi amato e accettato per ciò che egli è. L’amore incondizionato significa accettarlo e amarlo a prescindere dal fatto che soddisfi o meno le nostre aspettative o un’immagine ideale. Ciò non va inteso come un permettere al figlio di fare tutto quello che vuole ma come un atteggiamento di fondo che permea con continuità la relazione educativa, facendo sentire il figlio accettato e amato per ciò che è. L’amore condizionato, invece, si riferisce all’approvazione dei suoi comportamenti. E’ giusto che un genitore approvi o meno i comportamenti di un figlio, perché è importante distinguere le azioni che portano al bene da quello che generano il male. Ciò che conta è che un genitore non subordini il suo amore al fare del figlio, perché altrimenti assocerebbe l’amore all’approvazione e questo rischia di renderlo insicuro per il resto dei suoi giorni. Una nuova puntata di “Crescere per Educare” per riflettere insieme.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.