Una trasmissione di Pietro Lombardo | Radio Evolution

Le ferite del passato e la guarigione | Volersi bene n 301

Quali possono essere le conseguenze di una ferita? Come possiamo affrontare un percorso di guarigione? E in cosa consiste questo processo? E’ indispensabile, se vogliamo raggiungere l’equilibrio e l’armonia, lavorare sui solchi del passato in cui non è cresciuta la libertà di essere fedeli a se stessi

I cinque atteggiamenti per evolvere e maturare | Volersi bene n 300

Quali sono gli atteggiamenti che ci aiutano a crescere? L’atteggiamento crea un campo magnetico che attira ciò che sentiamo dentro di noi. Sta a noi scegliere i giusti atteggiamenti per progredire.

Quali sono i fattori della crescita umana? | Volersi bene n 299

Come favorire la crescita verso l’autorealizzazione? In che modo possiamo divenire pienamente umani? quali sono i mezzi che ci aiutano a maturare e superare eventuali blocchi e ferite interiori? Prendersi cura di se stessi è un importante e decisivo atto d’amore da cui scaturisce un’energia positiva e benefica che si riversa dentro e fuori di noi.

 

In cammino verso la maturità e l’armonia | Volersi bene n 298

Quando pensiamo al concetto di crescita della persona spesso siamo portati ad associarlo all’infanzia o all’adolescenza. In realtà crescere non significa solo maturare in tenera età o negli anni della giovinezza, perchè siamo tutti chiamati a crescere come alberi, a germogliare e a essere potati dei rami secchi quando ciò è necessario. Imparare dovrebbe rappresentare l’ossigeno della crescita che ci accompagna in ogni tappa della nostra esistenza, perchè solo in questo modo possiamo guarire le ferite, evolvere interiormente e divenire persone in cammino verso l’armonia e la maturità.

La crescita dell’essere | Volersi bene n 297

Vi è una parte di noi che desidera crescere e manifestarsi. E’ la dimensione dell’essere la persona che siamo. Quando siamo in contatto con questa parte tutto funziona in modo spontaneo e vitale. Al contrario, se siamo distanti da noi stessi insorgono sensi di colpa, paure, blocchi e comportamenti disarmonici.In questa nuova puntata di “Volersi bene” tratteremo questo tema per crescere e riflettere insieme. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo

Conosciamo Milton Erickson | Volersi bene n 296

Chi è Milton Erickson? E’ stato definito il Mozart della psicologia moderna. Nato con deficit sensoriali e colpito da una paralisi per poliomielite all’età di 17 anni, egli è l’esempio del medico ferito che ha saputo mettere in campo tutto il potenziale umano per recuperare la sua salute e per promuovere quella altrui. Conoscere il suo modo di pensare ci permette di ampliare la nostra cornice mentale e di diventare delle persone più consapevoli del potenziale umano a nostra disposizione. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo

C’era una volta | Volersi bene n 295

L’ autostima è una bene prezioso da proteggere e da coltivare. In questa nuova puntata di “Volersi bene” attraverso un racconto metaforico potremo comprendere da dove nasce l’autostima e perchè la si può perdere, sapendo che non è mai troppo tardi per poterla ritrovare. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo

La dipendenza affettiva | Volersi bene n 294

Perché è possibile cadere nella dipendenza affettiva? Da dove si origina questo tipo di legame disfunzionale? Come riconoscerla?

A come Amore | Volersi bene n 293

Che cosa significa amare? Quali sono le caratteristiche dell’amore maturo? In che modo possiamo riconoscere se la nostra capacità d’amare è sana o malata? Una nuova puntata di “Volersi bene” per riflettere insieme sul cammino dell’affettività umana! È tramite l’amore che un essere umano diventa pienamente “umano”. E il viaggio continua… Grazie! Pietro Lombardo

Perché si crea una relazione affettiva? | Volersi bene n 292

Una relazione può essere generata da due motivazioni: dalla presenza di bisogni o dal desiderio di costruire una vita relazionale. Vi sono due tipi di bisogno che originano diverse relazioni. I bisogni primari sono quelli che abbiamo sperimentato durante l’infanzia. Ad esempio, il bisogno di sicurezza, di tenerezza, d’approvazione, di riconoscimento, d’attenzione, d’affetto, di stima, ecc. Se questi bisogni sono stati sufficientemente soddisfatti si potrà passare ai bisogni secondari che, a differenza dei primi, possono essere colmati in modo autonomo e che permangono per tutta la vita. Se un bisogno primario non è stato colmato si genera una ferita latente da cui nasce una profonda frustrazione quando esso, nella relazione affettiva, non è dall’altro soddisfatto. La frustrazione si converte in rabbia o depressione e stati allucinatori. Ecco perché una relazione affettiva può divenire patologica. In questa nuova puntata di “Volersi bene” affronteremo questo delicato tema per divenire più consapevoli e capaci di orientare nella giusta direzione le energie affettive in noi presenti. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo