Il progetto della vita umana? L’aspirazione ad esistere | VOLERSI BENE n 364

E’ importante comprendere che nessun essere umano nasce con la tendenza alla violenza, alla distruttività o all’autolesionismo. L’aspirazione più profonda dell’essere umano è quella di esistere, di diventare la persona che siamo ed è proprio per questo che è fondamentale creare un ambiente favorevole alla crescita. Possiamo esercitare la nostra libertà realizzativa quando riceviamo sicurezza, riconoscimento e amore. Ecco perché quando mettiamo ordine nel nostro disordine torniamo a manifestare la bellezza del nostro potenziale di crescita e a manifestare l’aspirazione ad esistere nella pienezza del nostro “vero Sé”. Una nuova puntata di “Volersi bene” per crescere e riflettere insieme. Grazie.

Essere o non essere | VOLERSI BENE

Il significato della rabbia nella crescita dei bambini |CRESCERE PER EDUCARE n 133

I sogni allungano la vita e la rendono migliore | VOLERSI BENE

Conoscere Giuseppe Verdi | RESILIO ERGO SUM n 42

E’ da poco trascorsa la giornata della liberazione, sull’entusiasmo di questo evento si è auspicato la trattazione di una illustre figura, come quella di Giuseppe Verdi che, indirettamente è correlata alla festa della liberazione. Nel corso di questo nuovo appuntamento chiariremo meglio questo e altri interessanti aspetti.

La crescita nella vita di coppia | VOLERSI BENE

Le emozioni dei bambini | CRESCERE PER EDUCARE

Resilienza e Resurrezione | RESILIO ERGO SUM N 41

Ci stiamo avvicinando alla Santa Pasqua, periodo di riflessione e Resurrezione; appare doveroso durante questo tempo, comprendere cosa può rappresentare la parola Resurrezione per ognuno di noi e come sia possibile attualizzarla nelle nostre vite e nel nostro quotidiano. A questo e ad altre questioni risponderemo nel corso di questo nuovo appuntamento.

E tu di che empatia sei? | VOLERSI BENE n 363

Il fattore più importante nelle relazioni umane è l’atteggiamento empatico. Questo si realizza quando l’esperienza dell’individuo viene presa seriamente senza nessuna precondizione, ma semplicemente come egli/ella è nell’immediato. Senza empatia è facile cadere nell’atteggiamento giudicante e nessun essere umano ama ricevere il dito puntato, anche quando sbaglia o commette gravi errori. Attraverso l’empatia si stabilisce una connessione umana intima dove la comprensione prende il posto della distorsione dei messaggi. Una nuova puntata di “Volersi bene” per riflettere e crescere insieme. Grazie della vostra presenza. E il viaggio continua…

Ogni giorno è il più bello | VOLERSI BENE