volersi bene pietro lombardo

Volersi bene

Uno spazio in cui si può camminare a piedi nudi
per conoscersi e far emergere la libertà
di una danza autentica: il vero sè!

Conduttore: Pietro Lombardo
In onda ogni Domenica del mese ore 21.00

Vuoi scrivere una e-mail per esporre una tua esperienza, porre una domanda, proporre una nuova tematica o dare un feedback?

Scrivi a radioevolution.vr@gmail.com

Il senso della vita | Volersi bene n 289

Comprendere qual è il senso della propria vita è un importante passaggio di maturità nel cammino verso l’armonia interiore. A volte, condizionati dall’ambiente in cui siamo cresciuti, abbiamo seguito ciò che ci è stato trasmesso senza chiederci se era in linea con le aspirazioni più profonde inscritte in noi. Altre volte il senso che perseguiamo è il frutto di bisogni psicologici rimasti insoddisfatti che diventano motivo di riscatto e ambizione realizzativa. Ma dove si trova il senso autentico della nostra esistenza e perchè è importante definirlo con la massima consapevolezza e lucidità mentale? A queste domande cercheremo di dare delle indicazioni nella nuova puntata di “Volersi bene”, una trasmissione per riflettere e crescere insieme. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo

I segnali della crescita interiore | Volersi bene n 288

In che modo possiamo riconoscere se stiamo crescendo nella giusta maturità e armonia dell’essere? In questa nuova puntata di “Volersi bene” metteremo a fuoco alcuni criteri valutativi che come una bussola ci possono far comprendere se siamo orientati nella giusta direzione. È importante avere degli strumenti di autovalutazione che con serenità ci fanno comprendere dove abbiamo raggiunto una maggiore maturità e dove dovremmo impegnarci per raggiungerla. Dare un nome alla realtà intrapsichica ci permette di divenire maggiormente consapevoli e capaci di gestire al meglio le nostre risorse interne. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo

Dallo stile aggressivo all’assertività (III parte) | Volersi bene n 287

Perché vi sono delle persone che utilizzano una comunicazione tendenzialmente aggressiva? Chi aggredisce l’altro e desidera imporsi rivela un’immaturità psicologica e la presenza di problematiche mai risolte con la figura materna. L’aggressività è il modo per difendersi quando non si è ancora in grado di elaborare in modo razionale le sensazioni di rifiuto sperimentate nella relazione con il mondo esterno che, nei primi mesi di vita, è rappresentato dalla figura materna. Aggredire è un tentativo di affermazione dei propri bisogni. Lo stile aggressivo ha dei vantaggi nell’immediato ma mai a lungo termine, perché in chi lo subisce provoca risentimenti e il desiderio di vendetta. Imparare ad essere assertivi richiede un cammino di maturazione, perché per poter comunicare in modo diretto, trasparente, autorevole e non giudicante occorre una solida autostima e rispetto sia per se stessi che per gli altri. In questa nuova puntata di “Volersi bene” approfondiremo la conoscenza dello stile aggressivo e di quello assertivo. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo

Lo stile assertivo per divenire liberi (II parte) | Volersi bene n 286

In questa nuova puntata di “Volersi bene” continuiamo il nostro viaggio di conoscenza sul tema dell’assertività, ovverosia sulla capacità di esprimere pienamente se stessi al fine di raggiungere uno stato di libertà interiore e di benessere relazionale. Uno degli ostacoli da superare è l’anassertività, uno stile comunicativo passivo che nasce da una bassa stima di sé e da una tendenziale inibizione. L’inibizione si rivela quando, ad esempio, non sappiamo dire dei no per il timore di venire respinti o che l’altro si offenda. Il vantaggio di uno stile passivo è che si evitano i conflitti nel breve termine ma, al tempo stesso, si accumula uno stato di tensione e di frustrazione psicologica che può sfociare in attacchi di rabbia incontrollati. L’idea di voler essere accettati da tutte le persone che incontriamo è irrazionale, perché non possiamo pretende di suscitare l’apprezzamento generale. E’ sempre meglio rivelarsi in modo autentico piuttosto che recitare una parte di cui si diviene gradualmente sempre più schiavi. Lo scopo della vita è di divenire liberi in modo consapevole e maturo. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo

Lo stile assertivo per divenire liberi | Volersi bene n 285

La comunicazione può essere frutto di condizionamenti e blocchi interiori che ci impediscono di affermare pienamente noi stessi. In questo caso la comunicazione diventa difficile, contorta, ambigua e incoerente. Negli anni 70 si è sviluppato un modello di pensiero da cui è nata la visione di un nuovo modello di comunicazione: lo stile assertivo. La comunicazione assertiva non è una tecnica ma un percorso di crescita interiore che ci permette di divenire persone più libere nell’esprimere chi siamo, cosa desideriamo e di cosa abbiamo bisogno. Lo stile assertivo è dunque il frutto di una crescita armonica che si può apprendere a qualsiasi età. In questa nuova puntata di “Volersi bene” getteremo le basi di questo principio comunicativo per iniziare un percorso di crescita personale. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo

La vitalità e il ruolo delle maschere | Volersi bene n 284

E’ un dato di fatto che la vitalità si rivela attraverso la spontaneità, la naturalezza e l’autenticità dell’essere.
Eppure, da persone piene di energia come eravamo nell’infanzia il più delle volte diveniamo un prato senza fiori, un torrente prosciugato, un albero spoglio. Come mai? L’incapacità di rivelazione della propria natura è un processo che si costruisce nella recita di una parte, perché se ci nascondiamo troppo spesso corriamo il rischio di rimanere sepolti in quel falso ruolo che abilmente ogni giorno recitiamo per accontentare le richieste o i bisogni altrui. In questa nuova puntata di “Volersi bene” affronteremo il tema dell’autenticità da nuove prospettive, unendo ciò che già abbiamo esposto nelle precedenti puntate a una cornice di conoscenza più ampia. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo