volersi bene pietro lombardo

Volersi bene

Uno spazio in cui si può camminare a piedi nudi
per conoscersi e far emergere la libertà
di una danza autentica: il vero sè!

Conduttore: Pietro Lombardo
In onda ogni Domenica del mese ore 21.00

Vuoi scrivere una e-mail per esporre una tua esperienza, porre una domanda, proporre una nuova tematica o dare un feedback?

Scrivi a radioevolution.vr@gmail.com

Perché si crea una relazione affettiva? | Volersi bene n 292

Una relazione può essere generata da due motivazioni: dalla presenza di bisogni o dal desiderio di costruire una vita relazionale. Vi sono due tipi di bisogno che originano diverse relazioni. I bisogni primari sono quelli che abbiamo sperimentato durante l’infanzia. Ad esempio, il bisogno di sicurezza, di tenerezza, d’approvazione, di riconoscimento, d’attenzione, d’affetto, di stima, ecc. Se questi bisogni sono stati sufficientemente soddisfatti si potrà passare ai bisogni secondari che, a differenza dei primi, possono essere colmati in modo autonomo e che permangono per tutta la vita. Se un bisogno primario non è stato colmato si genera una ferita latente da cui nasce una profonda frustrazione quando esso, nella relazione affettiva, non è dall’altro soddisfatto. La frustrazione si converte in rabbia o depressione e stati allucinatori. Ecco perché una relazione affettiva può divenire patologica. In questa nuova puntata di “Volersi bene” affronteremo questo delicato tema per divenire più consapevoli e capaci di orientare nella giusta direzione le energie affettive in noi presenti. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo

Le relazioni affettive | Volersi bene n 291

Che cos’è una relazione affettiva? Come si costruisce? Quali sono le diverse forme d’affettività? In questa nuova puntata di “Volersi bene” incominceremo un nuovo viaggio esplorativo che ci consentirà di comprendere il significato e il valore delle relazioni affettive nel cammino della crescita umana. E un nuovo viaggio sta per incominciare. Grazie. Pietro Lombardo

Il cammino verso la maturità | Volersi bene n 290

Sin dalla nascita siamo tutti impegnati in un cammino di maturazione e di costante crescita. Divenire persone mature significa mettere ordine nel proprio disordine interiore al fine di elaborare, modificare o eliminare tutto ciò che nuoce alla nostra più intima autorealizzazione. In questa nuova puntata di “Volersi bene” cercheremo di procedere in questo lavoro di consapevolezza e di continua crescita verso la maturità psicologica. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo

Il senso della vita | Volersi bene n 289

Comprendere qual è il senso della propria vita è un importante passaggio di maturità nel cammino verso l’armonia interiore. A volte, condizionati dall’ambiente in cui siamo cresciuti, abbiamo seguito ciò che ci è stato trasmesso senza chiederci se era in linea con le aspirazioni più profonde inscritte in noi. Altre volte il senso che perseguiamo è il frutto di bisogni psicologici rimasti insoddisfatti che diventano motivo di riscatto e ambizione realizzativa. Ma dove si trova il senso autentico della nostra esistenza e perchè è importante definirlo con la massima consapevolezza e lucidità mentale? A queste domande cercheremo di dare delle indicazioni nella nuova puntata di “Volersi bene”, una trasmissione per riflettere e crescere insieme. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo

I segnali della crescita interiore | Volersi bene n 288

In che modo possiamo riconoscere se stiamo crescendo nella giusta maturità e armonia dell’essere? In questa nuova puntata di “Volersi bene” metteremo a fuoco alcuni criteri valutativi che come una bussola ci possono far comprendere se siamo orientati nella giusta direzione. È importante avere degli strumenti di autovalutazione che con serenità ci fanno comprendere dove abbiamo raggiunto una maggiore maturità e dove dovremmo impegnarci per raggiungerla. Dare un nome alla realtà intrapsichica ci permette di divenire maggiormente consapevoli e capaci di gestire al meglio le nostre risorse interne. E un nuovo viaggio sta per incominciare… Grazie. Pietro Lombardo

Dallo stile aggressivo all’assertività (III parte) | Volersi bene n 287

Perché vi sono delle persone che utilizzano una comunicazione tendenzialmente aggressiva? Chi aggredisce l’altro e desidera imporsi rivela un’immaturità psicologica e la presenza di problematiche mai risolte con la figura materna. L’aggressività è il modo per difendersi quando non si è ancora in grado di elaborare in modo razionale le sensazioni di rifiuto sperimentate nella relazione con il mondo esterno che, nei primi mesi di vita, è rappresentato dalla figura materna. Aggredire è un tentativo di affermazione dei propri bisogni. Lo stile aggressivo ha dei vantaggi nell’immediato ma mai a lungo termine, perché in chi lo subisce provoca risentimenti e il desiderio di vendetta. Imparare ad essere assertivi richiede un cammino di maturazione, perché per poter comunicare in modo diretto, trasparente, autorevole e non giudicante occorre una solida autostima e rispetto sia per se stessi che per gli altri. In questa nuova puntata di “Volersi bene” approfondiremo la conoscenza dello stile aggressivo e di quello assertivo. E il viaggio continua… Grazie. Pietro Lombardo